fbpx
6
Dic

ISU JUNIOR GRAND PRIX OF FIGURE SKATING FINAL – DAY 2

È stata assegnata la prima medaglia della ISU Junior Grand Prix of Figure Skating Final: è della russa Kamila Valieva che ha trionfato nel programma Junior Ladies, rimontando dalla 4^ posizione di ieri dopo lo short program. È iniziato anche il programma della Junior Ice Dance, che dopo la prima prova vede in testa la coppia Kazakova/Reviya (GEO).

Junior Ice Dance

Maria Kazakova/Georgy Reviya della Georgia hanno conquistato la  Rhythm Dance, superando di soli 0.04 punti gli amatissimi Avonley Nguyen/Vadym Kolesnik (USA). I russi  Elizaveta Shanaeva/Devid Naryzhnyy seguono al terzo posto. Elizaveta Khudaiberdieva/Andrey Filatov (RUS) si trovano a poco più di un punto di distanza al quarto posto (65.07 punti). Loicia Demougeout/Theo Le Mercier (FRA) sono attualmente quinti con 62.84 punti e Diana Davis/Gleb Smolkin (RUS) sesti (59.89 punti).

Danzando al ritmo di Quickstep e Foxtrot dei brani “Beautiful the Carole King” e “Dream a Little Dream of Me”, Kazakova/Reviya hanno ottenuto il loro record personale con 68.76 punti. “Non è stato facile oggi, siamo molto contenti del punteggio ma non siamo altrettanto contenti di come abbiamo pattinato. Abbiamo avuto qualche problema con i Twizzle che non sono andati come avrebbero dovuto e abbiamo perso velocità in alcune transizioni, ma siamo tornati in pari abbastanza in fretta,” ha commentato Reviya.

Nguyen/Kolesnik si sono esibiti sulle note allegre di “Aladdin” e hanno totalizzato 68.72 punti. “Vogliamo solo fare del nostro meglio e continuare a migliorare il nostro programma. Speriamo che ai giudici piaccia e che il pubblico provi delle emozioni guardandoci,” ha detto  Ngyuen. “Preferiamo il nuovo Aladdin al vecchio perché ha più energia. Attingiamo alla vivacità ed energia dello show di Broadway per il nostro programma,”ha aggiunto.

La performance di Shanaeva/Naryzhnyy sulle note di “Bonnie and Clyde” ha ottenuto 66.21 punti. “Siamo abbastanza contenti del risultato, oggi è andata bene, si siamo esibiti con facilità e l’atmosfera era perfetta. Non eravamo nervosi ma molto emozionati. C’è stata una certa distanza fra le competizioni ma non abbiamo mai smesso di sentircene parte,” ha commentato Shanaeva.

Junior Ladies

La russa Kamila Valieva ha rimontato aggiudicandosi l’oro per le Junior Ladies alla  ISU Grand Prix of Figure Skating Final di Torino venerdì.  Alysa Liu (USA) si è dovuta accontentare dell’argento, mentre il bronzo è andato all’atleta russa Daria Usachva. Kseniia Sinitsyna (RUS) è passata da terza a quarta con  195.57, Haein Lee (KOR) è arrivata quinta (194.38 punti) seguita da Viktoria Vasilieva (RUS) al sesto posto (184.37 punti). 

Valieva si è esibita in un’eccellente performance su “Exogenesis Symphony Part 3 Redemption” dei Muse e ha ottenuto un livello 4 per le sue trottole e il suo footwork per un totale di 138.45 punti. Ha totalizzato 207.47 passando dal quarto al primo posto. “è stato un po’ inaspettato. Sono entrata in pista con l’idea di pattinare in modo pulito e di dimostrare ciò di cui sono capace. Ero quarta dopo lo Short Program, ma la differenza di punteggio non era molta, quindi ho pensato di avere ancora una possibilità,” ha detto la tredicenne, “Sono contenta della pattinata e dei salti che ho fatto. Oggi si è trattata di una versione più semplice ma la cosa più importante è stata la pulizia.”

Esibitasi su “Illumination” di Jennifer Thomas, Liu ha totalizzato 133.46 punti ed è finita al secondo posto con un totale di  204.65 punti. “Sono contenta di essere venuta qui ed è un sollievo aver finito, ma non sono delusa. Il mio obiettivo è sempre quello di pattinare in modo pulito, ma non ci sono riuscita. È andata bene ma avrei potuto fare di meglio su diversi aspetti”, ha commentato l’atleta americana.

Usacheva si è esibita su “Je suis malade”, raggiungendo il suo record personale di 130.22 punti e scendendo dal secondo al terzo posto con un totale di 200.37. “Sono contenta di essere sul podio ma non sono soddisfatta perché non ho completato tutti i miei elementi in modo pulito e perfetto. Ho commesso errori che non avrei voluto fare oggi,” ha affermato l’atleta moscovita.